Alex Zanardi un anno dopo, parla il medico che lo ha soccorso: “Quei minuti decisivi”

Spread the love

Di quei 27 minuti, tra la concitazione dei soccorsi e le lacrime dei compagni di staffetta, la cosa che più gli è rimasta impressa è il silenzio quasi surreale. “Era come se tutti fossero rimasti col fiato sospeso. Come se fossero troppo spaventati per parlare, o impegnati a ripetersi nella mente: forza Alex”. Se la corsa di Alex Zanardi non è finita un anno fa, su quella curva in discesa con la sua handbike, a Pienza, il merito è anche un po’ suo.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *