Calendasco, 26enne resta impigliata coi capelli nell’impianto di irrigazione: gravissima

Spread the love

PIACENZA – Una ragazza di 26 anni è rimasta gravemente ferita in un’azienda agricola nel comune di Calendasco, in località Boscone Cusani, in provincia di Piacenza. Era al lavoro in un campo e pare stesse attingendo acqua da irrigazione da un pozzo attraverso una pompa quando, rimasta impigliata per i capelli nel cardano (uno strumento utilizzato per la trasmissione meccanica), ha battuto violentemente la testa.

 

Soccorsa dal 118, è stata trasportata d’urgenza con l’eliambulanza all’ospedale di Parma dove è ricoverata in rianimazione. La prognosi è riservata. La giovane, di nazionalità albanese, risulta regolarmente assunta nell’impresa agricola come bracciante. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Piacenza e i vigili del fuoco. In corso i rilievi dell’incidente.

 

I sindacati Cgil, Cisl, Uil chiedono di fare piena chiarezza sulle circostanze dell’incidente, ancora in corso di accertamento. “La campagna nazionale e regionale promossa con lo slogan ‘Fermiamo la strage nei luoghi di lavoro’ – insistono i sindacati – sarà prolungata perché la situazione delle morti e degli infortuni delle lavoratrici e dei lavoratori specialmente in agricoltura, nei cantieri ed in fabbrica è diventata un’autentica emergenza, impossibile da mettere in secondo piano”



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *