È stato chiesto un riscatto in Bitcoin ad alcuni artisti legati alla Siae

Spread the love

AGI –  Gli hacker che hanno rubato i dati degli iscritti alla Siae hanno contattato alcuni artisti chiedendo loro un riscatto da 10 mila euro in bitcoin.

Nelle scorse ore sono stati inviati alcuni sms con un testo in cui gli attaccanti malevoli si rivolgono direttamente agli artisti di cui hanno ottenuto i dati personali, è evidentemente i contatti.

Sono stati pubblicati nel dark web circa 1,95 gigabyte di documenti. Questa volta il rilascio di dati è molto più corposo rispetto al ‘semple’ rilasciato mercoledì, giorno in cui si è venuto a conoscenza dell’attacco. Da quanto si apprende, i file caricati nel dark web sono circa 5.200.

“Benvenuto nel dark web”, recita il messaggio, “abbiamo tutto le tue informazioni personali e bancarie, se non vuoi che venga tutto reso pubblico paga 10 mila euro in bitcoin a questo indirizzo”. Al momento non è chiaro quante richieste siano state fatte.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *