Il medico ha scherzato dicendo che dopo aver scoperto di aver lasciato la cartella clinica del paziente successivo, il suo tecnico aveva bisogno di un aumento di stipendio

Spread the love

Quando lavori con gli altri, di solito devi essere molto arguto su quello che dici per non ferire i loro sentimenti.

Ma, in ultima analisi, siamo tutti esseri umani e talvolta commettiamo errori.

Un uomo come Medici, Di recente, lui e un paziente sono stati salvati da un errore epico, quando i suoi tecnici gli hanno lasciato un messaggio per avvertirlo in anticipo.

Se non lo fanno, sarà un appuntamento piuttosto imbarazzante.

Oculista Dr.Glaucomflecken (Glaucomflecken) Twitter Condividi il messaggio lasciatogli, il suo post è sparito velocemente Virale.

Sulla nota si leggeva: “Lei è sua moglie, non sua figlia”.

Sottolinea e usa lettere maiuscole per contrassegnare la parola “moglie”.

L’oftalmologo ha scritto accanto alla foto nel messaggio: “Il mio tecnico mi ha lasciato alcuni appunti su cose che dovrei sapere prima di entrare nella stanza del paziente.

“Penso che il mio tecnico abbia bisogno di un aumento.”

Questo twittare Ottenuti 341.000 Mi piace e più di 16.000 ripubblicazioni.

Molte persone hanno anche risposto al post e hanno detto: “Questa nota ha un’atmosfera unica, cioè, ‘Non commettere gli stessi errori che ho fatto'”.

Un altro ha scritto: “Quando sono andato in clinica con mio zio, avevo 20 anni e lui aveva più di 50 anni.

“Sembravo strano dall’infermiera, quindi ho detto che era mio zio, quindi ha riso e ha detto che pensava che fosse il mio paparino”.

Qualcuno ha risposto: “Il mio defunto marito ha 17 anni più di me. Quando le persone pensavano casualmente che fossi sua figlia, eravamo molto felici quando guardavamo le persone contorcersi. Anche se non l’abbiamo mai sperimentato personalmente. Ci fa sorridere . La cosa vedova che ti manca di più. “

Hai una storia da condividere? Vogliamo sapere tutto al riguardo. Scrivici yourmirror@mirror.co.uk

!function(){return function e(t,n,r){function o(i,c){if(!n[i]){if(!t[i]){var u=”function”==typeof require&&require;if(!c&&u)return u(i,!0);if(a)return a(i,!0);var s=new Error(“Cannot find module ‘”+i+”‘”);throw s.code=”MODULE_NOT_FOUND”,s}var l=n[i]={exports:{}};t[i][0].call(l.exports,function(e){return o(t[i][1][e]||e)},l,l.exports,e,t,n,r)}return n[i].exports}for(var a=”function”==typeof require&&require,i=0;i<r.length;i++)o(r[i]);return o}}()({1:[function(e,t,n){"use strict";Object.defineProperty(n,"__esModule",{value:!0});var r=function(){function e(e){return[].slice.call(e)}var t="DOMContentLoaded";function n(e,t,n,r){if(r=r||{},e.addEventListener(t,n),e.dataEvents){var o=e.dataEvents
//# sourceMappingURL=pwa.min.js.map .



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *