il premio della multinazionale italiana

Spread the love


Il colosso internazionale dell’industria dolciaria Ferrero riconoscerà ai suoi dipendenti in Italia in media 2.200 euro in più sullo stipendio. Il premio è stato stabilito in seguito all’accordo raggiunto con le sigle sindacali per i 6mila operai negli stabilimenti nella Penisola, come previsto dall’accordo integrativo aziendale.

Ferrero, oltre 2mila euro ai dipendenti: quanto vale il premio in busta paga

Il bonus, che potrà variare leggermente a seconda della sede, fino a un massimo di 2.325 euro, sarà corrisposto nella busta paga di ottobre e sarà defiscalizzato, ma non varrà i dirigenti.

Nello specifico ai lavoratori di Alba andrebbero 2.201,99 euro lordi, ad aree e depositi 2.157,87 euro lordi, a Balvano 2.211,73 euro lordi, a Pozzuolo 2.220,39 euro lordi, a Sant’Angelo 2.325,85 euro lordi e agli staff 2.207,60 euro lordi.

Il premio individuale legato agli obiettivi (Plo) è stato calcolato sulla base dell’andamento di due parametri: il risultato economico, unico per tutta l’azienda, che concorre a determinare il 30% del premio, e il risultato gestionale, che vale il 70% del premio, legato all’andamento specifico di ogni stabilimento.

Ferrero, oltre 2mila euro ai dipendenti: l’accordo con i sindacati

“In un anno caratterizzato ancora dagli effetti della pandemia Covid 19, l’attenta attuazione di tutte le misure di sicurezza previste dalla legislazione e dai protocolli nazionali, ha consentito a tutti i dipendenti di lavorare in piena sicurezza”, si legge in una nota in cui azienda e sindacati esprimono “piena soddisfazione per tutte le attività fatte a garanzia della tutela e sicurezza dei lavoratori“.

Nel corso dell’incontro in video-conferenza, sono stati analizzati gli andamenti di mercato, le prospettive produttive aziendali, i programmi di investimento per gli stabilimenti e le unità aziendali italiane, le tendenze occupazionali e le iniziative previste dall’Accordo Integrativo Aziendale.

La proprietà e le sigle Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil, nazionali e territoriale, hanno inoltre espresso soddisfazione anche “per i risultati conseguiti e per la qualità e l’importanza dei progetti, degli investimenti e delle iniziative attuate in tutte le sedi aziendali, riconoscendo il ruolo strategico di consolidate e proficue relazioni industriali”.

Non è la prima volta che la multinazionale dolciaria riconosce ai suoi dipendenti un premio di questa entità: anche durante il lockdown per il Covid-19 la Ferrero è riuscita a mantenere attiva la produzione permettendo non solo ai lavoratori di centrare gli obiettivi previsti dall’accordo integrativo aziendale tra la proprietà e i sindacati, corrispondendo l’anno passato un premio medio di 2.100 euro.

!function(f,b,e,v,n,t,s)
{if(f.fbq)return;n=f.fbq=function()
{n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};
if(!f._fbq)f._fbq=n;n.push=n;n.loaded=!0;n.version=’2.0′;
n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0;
t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];
s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,’script’,
‘https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js’);
fbq(‘init’, ‘267908423836756’);
fbq(‘track’, ‘PageView’);

fbq(‘trackSingle’, ‘267908423836756’, ‘ViewContent’);

var hash = window.location.hash;

if ( ( typeof hash !== “undefined” ) && ( hash === “#c_fb” ) ) {

window.IOL = window.IOL || {};
window.IOL.CbConfig.sharingSelector = “”;

window.fbAsyncInit = function() {
FB.init({
appId : ‘1419445318300535’,
autoLogAppEvents : false,
xfbml : true,
version : ‘v3.2’
});
};
(function(d, s, id){
var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0];
if (d.getElementById(id)) {return;}
js = d.createElement(s); js.id = id;
js.src = “https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js”;
fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);
}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

function track_share() {
jQuery( “div[class=”share”] a[class=”facebook”]” ).each( function( i, el ) {
$el = jQuery(el);
$el.removeAttr(“onclick”);
$el.off(“click”);
$el.on({
click: function (event) {
var url=”https://quifinanza.it/lavoro/video/ferrero-premio-dipendenti/533366/”;
if ( ( typeof url !== “undefined” ) && ( url !== “” ) ) {
FB.ui({
method: ‘share’,
href: url,
},
function(response){
if ( ( typeof response !== “undefined” ) && ( typeof response.error_code === “undefined” ) ) {
fbq(‘trackSingleCustom’, ‘267908423836756’, ‘ShareFromCampaign’);
window.IOL.IolCb.callProxyPage();
}
}
);

event.preventDefault();
}
return false;
}
});
});
}

function defer_function(method) {
if( ( typeof jQuery !== “undefined” ) && ( typeof FB !== “undefined” ) && ( typeof window.IOL.IolCb !== “undefined” ) ) {
method();
}
else {
setTimeout(function() { defer_function(method); }, 100);
}
}

defer_function(track_share);

}



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *