Incredibile, ma la verità è: queste persone non esistono!Questi volti sono creati da algoritmi e sono impressionanti

Spread the love


La realtà virtuale è arrivata alla realtà: i volti riprodotti dai computer sono assolutamente naturali.Ma questi volti non sono umani

Una ragazza sorridente, un uomo che guarda la telecamera, un bambino che sospira: decine di volti sono come i ritratti di persone scelte a caso per strada. Ma nessuno di loro esiste: questi volti sono creati tramite algoritmi- foto

Incredibile, ma la verità è: queste persone non esistono! I volti creati dall’algoritmo sono impressionanti- Archiviazione di foto

Sito web- Ora, sappiamo già che molte celebrità usano Photoshop (Guarda) E vari altri programmi, e talvolta anche cambiare completamente la tua immagine (Guarda). Ma sembra impossibile usare l’intelligenza artificiale per creare una persona che non sembrava mai esistere da zero.Ma questo è quello che ho trovato sul sito thispersondoesnotexist.com, Il suo nome – che significa che la persona non esiste in italiano – è stato pronunciato.

Cosa ne pensate dei nuovi seni? Questi sono gli occhiali trovati attraverso la realtà virtuale- Guarda

Ritratto falso Sul sito sono presenti ritratti di persone di tutte le età e colori. Volti espressivi (in realtà solo virtuali) ottenuti da un algoritmo che ha appreso le caratteristiche delle persone da un enorme archivio di foto di persone reali e le ha elaborate.

Con l’aiuto dell’intelligenza artificiale, Huawei aiuta i bambini sordomuti a leggere leggere

Ingegnere- Pertanto, la realtà virtuale ha raggiunto la vera realtà. L’idea è nata dall’ingegnere Uber Philip Wang, che ha utilizzato i risultati della ricerca di Nvidia. È quasi impossibile trovare imperfezioni o dettagli che possano far pensare a volti completamente falsi: Philip ha detto che “la maggior parte delle persone” ancora non comprende l’alto livello di intelligenza artificiale nelle future immagini sintetiche “- Archiviazione di foto

Un chip che imita il cervello leggere

EM

Oggi © conserva una copia



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *