la cronaca in diretta- Corriere.it

Spread the love


Lo scontro tra Israele e i palestinesi, tornato a deflagrare con il lancio di centinaia di razzi dalla Striscia di Gaza verso il territorio israeliano (compresa — per la prima volta dopo anni — la citt di Gerusalemme) continua a salire di livello. Nella notte tra gioved e venerd l’esercito israeliano entrato nella Striscia, mentre continuano anche i raid aerei. Qui sotto gli aggiornamenti, ora per ora.

Ore 2.12 – Usa invitano a riconsiderare viaggi in Israele per il conflitto
Il dipartimento di Stato Usa ha invitato i cittadini americani a riconsiderare i viaggi in Israele a causa del conflitto armato e delle rivolte civili e a non viaggiare nella Striscia di Gaza per gli stessi motivi, oltre che per il Covid e il terrorismo. L’allerta per i viaggiatori in Israele, che nelle ultime settimane era stata abbassata per il miglioramento della pandemia, stata alzata al livello 3 su quattro.


Ore 1.40 – Esercito Israele si corregge: Non ci sono truppe a Gaza
Il portavoce militare israeliano Jonathan Conricus ha fatto sapere – contrariamente a quanto comunicato in un primo momento – che attualmente non ci sono truppe di terra all’interno della Striscia di Gaza: L’aviazione e le truppe di terra stanno attualmente conducendo attacchi su obiettivi nella Striscia, ha aggiunto Conricus, adducendo un problema di comunicazione interno. Tutti i siti di informazione mondiali, dal New York Times al Guardian, hanno aperto finora con l’annuncio dell’avvio delle operazioni di terra israeliane a Gaza. Quelle che il nostro inviato a Gerusalemme, Davide Frattini, definisce la nebbia della guerra un azione

Ore 1.16 – Ministero della Salute di Gaza: Sono 109 i morti negli attacchi
Secondo i dati forniti dal ministero della Salute di Gaza, gestito da Hamas, sono stati 109 le persone morte da luned negli attacchi dell’Idf (Forse di difesa israeliane), di cui 27 erano bambini e giovani mentre 11 erano le donne. Sono poi 621 i feriti degli scontri.

Ore 00.51 – Wsj cita abitanti di Gaza: Israeliani avanzano con i tank
Truppe israeliane sono penetrate a Gaza dal nord della Striscia e stanno avanzando con i tank. Sono le prime testimonianze degli abitanti di Gaza raccolte dal Wall Street Journal dopo l’annuncio dell’esercito israeliano dell’avvio delle operazioni di terra.

Ore 00.31 – Lanci di razzi da Gaza
Le sirene di allarme anti missili stanno suonando nel sud di Israele e nelle citt di Ashdod e Beersheba. Secondo The Times of Israel Hamas sostiene di aver lanciato 50 razzi.

Ore 00.28 – Esercito israeliano: Entrate nei rifugi anti aerei
Il portavoce militare dell’esercito israeliano, Jonathan Conricus, ha confermato che le truppe di terra sono entrate dal nord della Striscia. Conricus non ha tuttavia dato ulteriori particolari. Le forze israeliane- hanno riferito i media – hanno ordinato che chiunque si trovi in territorio israeliano entro 4 km dalla frontiera di entrare in un rifugio e restarvi fino a nuovo ordine. Per tutta la giornata di gioved Israele aveva continuato ad ammassare le truppe al confine con la Striscia e a richiamare altri riservisti, facendo presagire l’imminenza di un’operazione di terra, evocata a pi riprese dallo stesso esercito.

Ore 00.22 – Hamas: 150 raid aeri su Gaza in pochi minuti
Secondo quanto affermato da Hamas in pochi minuti le forze israeliane hanno condotto oltre 150 raid aerei su Gaza. Intanto stato aggiornato dalle autorit sanitarie il bilancio delle vittime dell’offensiva a Gaza: 109 morti, 28 dei quali bambini.

Ore 00.21 – Convocata riunione del Consiglio di Sicurezza Onu
Si terr domenica alle 14 GMT (le 16 in Italia) una riunione virtuale del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sul conflitto in corso tra israeliani e palestinesi. Lo hanno riferito fonti diplomatiche

Ore 23.54 – Netanyahu: Avanti fino a quando sar necessario
Ho detto che avremmo fatto pagare un prezzo molto alto ad Hamas. Lo facciamo e continueremo a farlo con grande intensit. L’ultima parola non stata detta e questa operazione proseguir per tutto il tempo necessario. Lo scrive il premier israeliano Benyamin Netanyahu in un messaggio pubblicato su Twitter dopo l’ingresso a Gaza di truppe di terra israeliane.

ore 23.26 – L’esercito israeliano entra a Gaza
Truppe di cielo e di terra dell’esercito israeliano stanno attualmente attaccando nella Striscia di Gaza. Lo ha detto l’esercito stesso. Secondo quanto scrive il New York Times non ancora chiaro se si tratti di un’operazione su vasta scala (come quella che ci fu nel 2014) o se al momento si tratti di un’operazione pi mirata per distruggere le basi di lancio dei missili di Hamas.

Ore 20.10 – Colpito villaggio a nord di Gaza, 11 morti, anche bambini
Strage nel villaggio Um el-Nasser, presso Sheikh Zayed, nel nord della Striscia di Gaza. Lo affermano sulla base di informazioni preliminari i media locali secondo cui 11 palestinesi sono rimasti uccisi e 50 feriti in un bombardamento israeliano. Sei sono membri della famiglia locale Tanani. Fra i morti, secondo i media, ci sono anche bambini. Queste informazioni non hanno ancora conferma da parte delle autorit sanitarie di Hamas. In Israele l’episodio non stato ancora commentato.

Ore 18.15 – Sirene di allarme nel sud di Israele
Pochi minuti dopo le 18 (ora italiana) sono nuovamente risuonate le sirene di allarme a Be’er Sheva e Ashkelon e altre comunit del Negev, nel sud di Israele . Il sistema di sicurezza ha avvertito di un nuovo possibile attacco missilistico da parte di Hamas in partenza dalla Striscia di Gaza

Ore 16.45 – Da Gaza lanciati in tutto 1.600 razzi
Sono stati 1600 i razzi lanciati finora da Gaza verso Israele. Lo ha riferito la Radio militare israeliana spiegando che di quelli diretti verso aree abitate ne stato intercettato circa il 90%. La Radio militare ha poi spiegato che in base ad una inchiesta la morte, durante il primo giorno di conflitto, di tre bambini in un parco giochi a Gaza da attribuire ad un razzo della Jihad islamica ricaduto dentro il territorio della Striscia.

Ore 15.40 – Israele richiama 16.000 riservisti
Le Forze Armate israeliane hanno richiamato in servizio 7.000 riservisti; la maggior parte di loro sar destinato a rinforzare il servizio di Iron dome (il sistema che intercetta i missili) e la sanit militare. Poco dopo il ministro della difesa Benny Gantz ha annunciato il richiamo di un altro contingente di 9.000 soldati. In totale sono stati mobilitati 16.000 soldati.

Ore 15 – Le principali compagnie europee cancellano voli per Israele
Dopo le compagnie americane, anche le principali compagnie europee sospendono i voli per Israele. British Airways, Virgin Atlantic e Iberia hanno annunciato lo stop. Ieri avevano preso provvedimenti simili i vettori Usa United Airlines, Delta Air Lines e American Airlines.


Ore 14,45 – Razzo di Hamas vicino Eilat, ha percorso 250 km
Un razzo lanciato da Hamas caduto nell’estremo sud di Israele, vicino all’aeroporto di Ramon a Eilat, dove sono stati reindirizzati i voli dello scalo di Tel Aviv per l’escalation di violenza. Si tratta di nuovo tipo di razzo: l’Ayyash 250 con un raggio di 250km missile a pi lunga gittata mai lanciato dal gruppo palestinese contro lo Stato ebraico.

Ore 14.30 – Mediatori egiziani da Gaza a Tel Aviv
Una delegazione egiziana di mediatori arrivata oggi a Tel Aviv per promuovere un negoziato sul cessate il fuoco. La stessa delegazione stata nei giorni scorsi a Gaza a discutere con Hamas e ha poi raggiunto Israele via terra. Israele avrebbe segnalato ai mediatori di non essere disposto a discutere della possibilit di siglare un cessare il fuoco con i palestinesi prima di sabato, riferisce Al-Arabiya.

Ore 14.13 – Quasi 1.100 razzi sparati dall’inizio delle ostilit
L’esercito israeliano ha quantificato in circa 1.100 i razzi sparti da Hamas dall’inzio delle ostilit. Jonathan Conricus, uno dei portavoce dell’esercito, ha anche affermato che circa 200 di quei razzi siano caduti dentro la Striscia di Gaza, da dove erano stati lanciati. Secondo il portavoce, il sistema di difesa aerea Iron Dome continua a essere molto efficace nonostante il massiccio lancio, quasi ininterrotto, contro varie localit, con un tasso di intercettazione del 90 per cento.

Ore 14.05 – Sirene di allarme a Tel Aviv e Gerusalemme
Le sirene d’allarme, che segnalano un attacco missilistico, sono scattate sia a Tel Aviv, sia in localit vicine a Gerusalemme: secondo il Times of Israel, i segnali di allerta sono scattati a Beit Shemesh, Nataf e Mevo Horon.

Ore 13.50 – La tensione all’aeroporto di Ramon
Hamas ha affermato di aver sparato un razzo contro l’aeroporto di Ramon, vicino al resort di Eilat, sul Mar Rosso. Le autorit israeliane negano che razzi siano arrivati sull’aeroporto, dove le operazioni starebbero continuando regolarmente. Secondo l’agenzia Reuters, Israele ha comunque dirottato alcuni voli verso l’aeroporto di Tel Aviv.

Israele e Palestina, gli approfondimenti

13 maggio 2021 (modifica il 14 maggio 2021 | 02:18)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

window.addEventListener(‘cpAccepted’, function () {
if (typeof cmp != “undefined” && cmp.getUserConsentStatusForCustomVendor(“facebook”) == true) {

!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod?
n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n;
n.push=n;n.loaded=!0;n.version=’2.0′;n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0;
t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window,
document,’script’,’//connect.facebook.net/en_US/fbevents.js’);

fbq(‘init’, ‘1553525618238394’);
fbq(‘track’, ‘PageView’);
}
}, true);



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *