“La Regina è stanca e arrabbiata con Harry”. Terremoto a Palazzo

Spread the love


Il principe Harry si è costruito una metaforica trincea oltreoceano e, da lì, continua a sparare contro la royal family e a lanciare bombe mediatiche come se non ci fosse un domani. Incurante delle conseguenze. I suoi parenti, per rispetto alle norme del protocollo, non rispondono. Il duca sta combattendo una crociata solitaria contro un “nemico” che, per ora, non vuole usare le sue stesse armi. Qualcosa, però, potrebbe cambiare presto. La regina Elisabetta sarebbe stufa del comportamento del nipote. Se ne sta in silenzio, ma la sua apparente tranquillità somiglierebbe molto a quella del vulcano che sta per risvegliarsi.

La Regina è triste

Una fonte ha rivelato al Mail On Sunday: “La nonna di Harry ha preso [le dichiarazioni del nipote] sul personale ed è profondamente rattristata da ciò che Harry ha detto, in particolare i suoi commenti sull’educazione impartita da Carlo ai figli”“. Sua Maestà sarebbe “sconvolta” dalla rabbia dimostrata dal duca di Sussex, dalle dichiarazioni livorose, in special modo quelle dell’ultima intervista a Oprah Winfrey per il programma “The me you can’t see” (realizzato proprio dalla conduttrice americana e da Harry). Non ne capirebbe il senso, la ragione profonda.

“La Regina sta vivendo un periodo difficile”, dice ancora l’insider, ma sembra proprio che non voglia darlo a vedere. Lo scorso 22 maggio, in visita all’ ammiraglia portaerei della Royal Navy, “Queen Elizabeth”, la sovrana è apparsa in gran forma, sorridente nel suo outfit rosso. Come se le critiche di Harry non l’avessero minimamente scalfita. La reazione della Regina, però, non sempre coincide con quella della nonna. Se la prima è concentrata solo sul suo dovere e reputa il duca di Sussex ormai fuori dalla famiglia, la seconda non può non provare almeno un po’ di rammarico, di delusione.

Perché il principe non ha parlato chiaramente, ma in privato, dei suoi problemi famigliari? Questo, forse, nonna Lilibet se lo è chiesto. La regina Elisabetta, invece, deve proteggere la Corona, davanti alla quale ogni emozione scompare e anche, talvolta, i legami di sangue. I consiglieri di corte starebbero facendo pressione sulla monarca, affinché tolga i titoli a Harry e Meghan. Una decisione relativamente semplice per Sua Maestà, un po’ meno per nonna Elisabetta. Il duca, però, sta tirando troppo la corda e potrebbe, suo malgrado, riuscire nell’impresa di accordare contro di lui queste due figure concentrate nell’immagine di Elisabetta.

Il principe Carlo vuole la riconciliazione

Ben diversa sarebbe la situazione del principe Carlo. Secondo i giornali l’erede al trono sarebbe indeciso se rispondere e in che modo, alle critiche del figlio il quale, di fronte a Oprah Winfrey ha confessato: “Ha trattato me nel modo in cui è stato trattato lui e perciò come posso cambiare questo nel rapporto con i miei figli? Sono decisioni difficili, ma talvolta devi mettere la tua famiglia e la tua salute mentale al primo posto”. Per ora sembra più probabile che il principe di Galles voglia optare per il silenzio, ma se Harry continuerà a sferrare i suoi attacchi senza quartiere, il padre potrebbe cambiare idea.

Del resto Carlo, come abbiamo visto nel filmato girato per promuovere il Giubileo di Platino della Regina, ha già eliminato dal suo studio le foto del figlio. Un amico del principe di Galles, però, crede che una riconciliazione sia possibile e dichiara al Mail on Sunday: “Non penso che il principe taglierà completamente i ponti con suo figlio, nonostante ciò che ha detto. Carlo vorrà affrontare la cosa, ma è giusto dire che ciò che Harry ha dichiarato in entrambe le interviste con Oprah è stato giudicato spietato dalla famiglia. Se Harry dovesse attaccare personalmente la Regina, senza dubbio Carlo farebbe fronte comune con lei e metterebbe Harry in un angolo” e continua: “Carlo è un gentiluomo e soprattutto un padre attento. Si sentirà infelice. Vuole cercare una riconciliazione. Non è affatto un uomo vendicativo”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *