La travel blogger Valentina Miozzo: “Il mio lockdown tra i ghiacci: qui sono libera, il covid non c’è. Le limitazioni? Quelle della natura”

Spread the love

L’unica volta che ha indossato una mascherina l’ha messa sugli occhi, per riuscire a dormire mentre fuori c’erano 24 ore di luce. Mentre in Italia scattava il coprifuoco, lì si usciva ad aspettare l’aurora boreale. Anche lassù nessun uscita al ristorante: non per divieto, ma perché assenti: così per ritrovare il gusto di casa, del cibo italiano, le sono serviti due mesi prima che arrivasse il “pacco da giù”.
 
E’ stato un lockdown sconvolgente, affascinante e duro quello che Valentina Miozzo ha vissuto al Circolo Polare Artico.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *