Lega contro il Green Pass: ma il blitz non ferma Draghi. Avanti sull’estensione agli statali e poi alle imprese

Spread the love

ROMA – I patti si rispettano. E Mario Draghi non intende avallare forzature che stracciano unilateralmente decisioni assunte all’unanimità in Consiglio dei ministri. Lo farà capire oggi, pubblicamente, in conferenza stampa, invitando a lasciar perdere con le bandierine di partito. Senza drammatizzare, perché Matteo Salvini prova subito a contattarlo per ridimensionare l’accaduto. Ma stroncando nella sostanza il voltafaccia della Lega, con il richiamo a un metodo condiviso.



Source link

One thought on “Lega contro il Green Pass: ma il blitz non ferma Draghi. Avanti sull’estensione agli statali e poi alle imprese

  1. Ottimo! Grazie Draghi, è arrivato il momento di mettere in campo l’autorevolezza o meglio il così chiamato “pugno di ferro”. Le regole sono la base della “libertà” ma una minoranza di italiani non lo ha capito!!!
    La Lega SI VERGOGNI!!!! Mi auguro che la percentuale del 70% degli italiani favorevoli aumenti in modo tale da mandare a casa questi pseudo politici che non fanno gli interessi dello stato ma i loro (proclamano la libertà e si comportano da dittatori sovversivi). Un altro tema, in parte collegato per quanto riguarda la sicurezza, è il controllo dei migranti perchè gli sbarchi sono troppi ed incontrollabili…………….si devono fermare e se si vuole si può. I profughi o le persone richiedenti asilo politico hanno dietro un’organizzazione istituzionale ben strutturata mentre i clandestini NO e diventano un boccone appetibile per la “mafia” (questo il governo lo sa)! Ho fiducia in Draghi e per me deve continuare a governare sino a quando si realizzerà una classe politica (non importa l’ideologia purchè sia democratica) affidabile, concreta e soprattutto istituzionalmente rispettabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *