L’uomo gioca con la creatura “viscida” che ha trovato sulla spiaggia, non sapendo che può uccidere gli umani

Spread the love


Un uomo è sopravvissuto dopo aver filmato le sue azioni e persino leccato una creatura “viscida” che ha trovato accidentalmente sulla spiaggia, completamente ignaro del pericolo che rappresentava.

Il cortometraggio mostra animali marini lavati sulla spiaggia, boe trasparenti a forma di palloncino e blu e lunghi tentacoli che cadono dal fondo.

Utenti di TikTok Alexa_reed2 Disse: “Ragazzi, la medusa è ancora qui”, mentre la pugnalò con un dito, commentando quanto fosse fredda e appiccicosa, poi aggiunse: “Vado a prenderla”.

Lo pizzicò tra le dita e disse: “Sembra questo. Sì, è una medusa, sembra grande. Si muove ancora, oh mio Dio, voglio leccarlo.”

Ma non sembrava sapere che la creatura fosse in realtà una “guerra umana” dai portoghesi, soprannominata “terrore fluttuante”, ed era nota per uccidere gli umani.

Lo raccolse e apparve persino leccare quella creatura

Sebbene sia raro che questo tipo di animale accoltellato venga ucciso dal veleno utilizzato per paralizzare e uccidere la preda, questo tipo di accoltellamento può provocare ferite scioccanti sulla pelle nuda e rendere la vittima “dolorosa dopo pochi giorni” “.

Rispondenti a questo post: Mndiaye_97, Ha condiviso un video informativo sulla natura e ha avvertito gli altri di non copiare ciò che ha visto. Ha detto: “Questo è il motivo per cui le donne vivono più a lungo degli uomini, ed è per questo.

“Questa non è una medusa, ma una guerra dei portoghesi, conosciuta anche come la bottiglia blu, conosciuta anche come il terrore fluttuante.

Utente TikTok Mndiaye_97
Mndiaye_97 ha emesso un severo avvertimento sull’animale

“Questo è un sifone con milioni di cellule pungenti esplosive, abbastanza potenti da rendere Nemo un orfano e, occasionalmente, rendere una persona un tempo passato.

“Questa” guerra artificiale “in Australia da sola provoca fino a 10.000 feriti all’anno. Il veleno può causare forti dolori per un massimo di tre giorni, lasciando fastidiosi lividi simili a fruste come souvenir.

“Ma ad essere onesti, se questo è quello che puoi fare, sei fortunato, perché il veleno può innescare una reazione di tipo allergico, provocandoti soffocamento e morte, e persino gonfiore alla gola, problemi cardiaci e difficoltà respiratorie.

“E la cosa interessante è che non solo possono scrivere il tuo necrologio, ma anche i tentacoli separati dal loro corpo contengono abbastanza veleno da renderti incapace di lavorare.

“È quasi impossibile essere condannati alla pena di morte per essere stati costretti a vivere in una guerra. Nella maggior parte dei casi, è molto sopravvissuto se viene trattato rapidamente.

“Ma anche se è raro essere gettati via dalla bara da soli, il dolore che ne deriva potrebbe farti sperare di no.”

Pertanto, è meglio attenersi alla regola d’oro di non leccare la vita marina non identificata.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *