Parliamo di parto prematuro

Spread the love


RM
5 maggio 2021, 11:46

Può nascere un mese prima Il secondo figlio di Meghan Markle e Harry Prince. Dopo che l’attrice americana è stata ritrovata al Santa Barbara Cabin Hospital, un famoso ospedale a pochi chilometri dalla casa del Duca di Sussex, in California, questa è una notizia costante sui media americani.

Il 23 aprile dello scorso anno, quando Meghan è stata vista entrare nella struttura, nessuno l’ha più vista andarsene, motivo per cui alcune persone hanno parlato di ricovero in ospedale e di un parto prematuro imminente. Il periodo della gravidanza è a metà giugno, ma è probabile che il bambino arrivi prima del previsto.

La coppia ha recentemente appreso di aver scelto di partorire a casa con l’aiuto di medici e professionisti, ma ovviamente qualcosa accadrà e ora sono costretti a fare tutto in ospedale. Pertanto, il tempo di attesa per scoprire che Harry e Meghan chiameranno la loro figlia potrebbe essere accorciato, quest’ultima solo due anni dopo la nascita del figlio maggiore Archie. I social media e le società di gioco sono pronte a scommettere che questa scelta ricadrà nel ramo reale.in particolare Lilibet più popolarePer rendere omaggio alla Regina Elisabetta, i suoi genitori e l’amato marito Filippo l’hanno sempre chiamata “Regina Elisabetta”. Tuttavia, ci sono anche alcune persone che si sono concentrate nuovamente sul nome della defunta signora D (cioè Diana), seguita da Allegra, Maya, Isabella, Lily e Abigal.

L’aborto la scorsa estate

Meghan Markle ha rivelato in una lettera al New York Times di aver avuto un aborto la scorsa estate. Ha avuto un’esperienza drammatica mentre cambiava il pannolino di suo figlio Archie. Si è ammalata ed è stata portata in ambulanza all’ospedale di Los Angeles. “Mi lascio abbracciare e cado a terra, canticchiando una ninna nanna per tenerci entrambi calmi, la melodia allegra e luminosa non è giusta con i miei sentimenti – disse – Lo so, quando tengo in braccio il mio primo figlio, perdo il secondo uno. Ho sentito i suoi palmi bagnarsi, baciargli le nocche, intriso delle nostre lacrime. Fissando il muro bianco e freddo, i miei occhi erano come il vetro. Ho cercato di immaginare come saremmo guariti.

Continua a leggere le notizie di gossip di oggi



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *