“Poi al Maccabi…”: perché questo striscione fa discutere

Spread the love


”Yesterday Spurs, today A.S. Roma… Tomorrow Maccabi” traducibile in “Ieri gli Spurs, oggi la Roma, domani il Maccabi”. Così recitava uno striscione apposto ieri in zona Corso Francia e dedicato a José Mourinho, prossimo allenatore della Roma.

Giallo nella notte. Poche ore prima del derby è apparso a Roma, sul ponte della tangenziale che scavalca Corso Francia, uno striscione diretto a José Mourinho, che nella prossima stagione sarà il tecnico dei giallorossi.”Yesterday Spurs, today A.S. Roma… Tomorrow Maccabi”. Un messaggio dal chiaro contenuto antisemita e che fa chiare allusioni a diverse squadre di club della carriera del portoghese. Come quella già allenata dallo Special One, il Tottenham, squadra del nord di Londra, zona in cui all’inizio del Novecento si concentrò l’immigrazione ebraica nei quartieri dell’East End poco lontani da White Hart Lane e tuttora espressione della comunità ebraica nella capitale britannica. La Roma di cui è stato da poche settimane nominato allenatore e infine il Maccabi Tel Aviv, la squadra più titolata di Israele.

Rimosso a inizio mattina, la foto dello striscione è diventata subito virale sui social e sui forum degli ultras laziali. La bravata non è stata firmata, ma diverse fonti ne attribuiscono la paternità ad ambienti biancocelesti non riconducibili però alla tifoseria organizzata. Più probabile ritenere che l’iniziativa sia stata intrapresa da qualche iniziativa isolata, visto che la Curva e i gruppi organizzati, solitamente non mancano mai di firmare il contenuto dei propri messaggi. Non si è fatta attendere la risposta dei romanisti, che hanno risposto con uno striscione sul quale c’era scritto: ”Yesterday Inter, today Salernitana, next stop Frosinone! Lazio m***a”, facendo una chiara ironia sulle tifoserie gemellate con quella laziale.

Un messaggio così becero stona decisamente con l’entusiasmo genuino, creatosi nella capitale dopo l’annuncio dell’ingaggio del portoghese. Così arrivata la notizia, a Testaccio, storico quartiere pieno di tifosi giallorossi è spuntato un murales con Mourinho che guida una Vespa Special, su cui si basa il gioco di parole con il suo soprannome Special One. Ma non finisce qui dopo la sconfitta con l’Inter una nuova opera di street art gli è stata dedicata in zona Rione Monti, a pochi passi dal Colosseo. Il disegno raffigura il tecnico nelle vesti di un santo col drappo giallorosso. Sotto al murales sono state collocate delle candele e una rosa rossa, un po’ come si usa fare per omaggiare le figure sante nelle edicole sparse nei vicoli del centro storico capitolino. E addirittura le magliette con Mourinho santo sono state subito messe in vendita e in pochissimo tempo andate a ruba. Insomma ancora prima del suo arrivo Roma ha già tanta voglia di Mou.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *