Scontro in procura a Milano, Greco incontra Prestipino. Sabato sarà interrogato Storari

Spread the love


MILANO. Prima dal procuratore generale della Cassazione Giovanni Salvi a consegnare la sua relazione sullo scontro in procura di Milano. Poi nell’ufficio del procuratore di Roma Michele Prestipino che indaga per calunnia l’ex segretaria di Piercamillo Davigo al Csm, ora sospesa, Marcella Contrafatto, il presunto “corvo” che ha spedito i verbali segretati ai giornalisti..

E’ stata un’intensa trasferta romana per il procuratore di Milano Francesco Greco, dopo i giorni trascorsi nel suo ufficio a ricostruire, passo dopo passo, l’attività che la sua procura ha svolto e le comunicazioni che ha scambiato col sostituto Paolo Storari da quando, a dicembre dello scorso anno, l’ex legale esterno di Eni Piero Amara si è autodenunciato di far parte della presunta loggia Ungheria che unirebbe alte personalità della magistratura, delle forze dell’ordine e del mondo imprenditoriale.

E, qualche ora prima dell’interrogatorio del pm Storari, che sarà sentito domani mattina alle 11 a piazzale Clodio, come indagato per rivelazione del segreto d’ufficio per aver consegnato i verbali di Amara a Davigo, quando era consigliere del Csm, Greco avrebbe fatto visita al procuratore romano in qualità di parte offesa nel fascicolo d’inchiesta. Il suo nome infatti comparirebbe nella lettera allegata ai verbali che sono stati consegnati ad alcuni giornalisti, per l’accusa, dalla Contraffatto. L’incontro è durato circa un’ora.

Nella relazione finita sulla scrivania di Salvi, ma anche della procuratrice generale di Milano Francesca Nanni, è ricostruita la linea difensiva di Greco che – allegando diversi documenti e ricostruendo in maniera puntuale l’attività svolta – ha respinto le accuse di “inerzia” mosse da Storari. Ma ha anche spiegato la gravità dell’errore che dal suo punto di vista ha commesso Storari. Il quale, consegnando quei verbali a Davigo, avrebbe potuto per il procuratore provocare solo due effetti: insabbiare le indagini o diffamare le persone accusate da Amara.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *