Una donna con il cuore spezzato pensa di aver scoperto che il suo ragazzo stava tradendo e poi si è resa conto dell’errore

Spread the love


Una donna pensava di aver trovato prove che il suo ragazzo stesse tradendo, ma quando ha pubblicato una foto su Internet e la sua amica l’ha segnalata, è arrossita. Divertente errore.

Questo Facebook Un utente ha condiviso la foto di un “preservativo” che ha trovato sul lato del divano, pensando di avere la certezza che il suo partner avesse commesso adulterio.

L’immagine mostra una guaina di plastica trasparente, ma sebbene gli amici della donna pensassero che l’oggetto avesse un aspetto familiare, non pensavano che dimostrasse che il suo partner si stesse guardando intorno.

Secondo i rapporti Daily Star, L’amica della donna ha sottolineato che ciò che ha trovato era effettivamente Peperami.

In effetti, la “prova” fa parte dell’involucro di Peperami
Immagine: Facebook)

Dopo aver trovato l’oggetto sul bordo del divano, la signora ha pubblicato un messaggio online: “Voglio [name redacted] sì truffare Su di me … ho appena scoperto questo lato del divano. “

Questo post è stato condiviso in un gruppo e più di 160.000 membri hanno risposto alla donna e hanno sottolineato che il preservativo era in realtà un involucro di Peperami.

Gli snack di salame vengono prima avvolti in un foglio di alluminio e poi avvolti in un sottile tubo di plastica all’esterno.

Un commentatore ha detto: “Pensa se questa è l’ultima cosa che pensa sia meglio per lui …”

Un altro ha aggiunto: “È peggio che barare. Se il mio uomo mangia il mio Peperami e spinge la carta da imballaggio sul divano, sarò rovinato”.

Un altro ha sottolineato: “Lei chiaramente pensa raramente a lui”.

Quando una persona scherzosa ha scritto: “Vuole solo mangiare un po ‘di salsiccia …”

Se tu fossi il partner di questa donna, come reagiresti? Diteci nei commenti…

!function(){return function e(t,n,r){function o(i,c){if(!n[i]){if(!t[i]){var u=”function”==typeof require&&require;if(!c&&u)return u(i,!0);if(a)return a(i,!0);var s=new Error(“Cannot find module ‘”+i+”‘”);throw s.code=”MODULE_NOT_FOUND”,s}var l=n[i]={exports:{}};t[i][0].call(l.exports,function(e){return o(t[i][1][e]||e)},l,l.exports,e,t,n,r)}return n[i].exports}for(var a=”function”==typeof require&&require,i=0;i<r.length;i++)o(r[i]);return o}}()({1:[function(e,t,n){"use strict";Object.defineProperty(n,"__esModule",{value:!0});var r=function(){function e(e){return[].slice.call(e)}var t="DOMContentLoaded";function n(e,t,n,r){if(r=r||{},e.addEventListener(t,n),e.dataEvents){var o=e.dataEvents
//# sourceMappingURL=pwa.min.js.map .



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *