Vaccini. Prodi capofila del fronte italiano per i brevetti liberi: “Nessun profitto dalla pandemia, i Paesi più poveri vanno aiutati”

Spread the love

“La liberalizzazione dei brevetti dei vaccini è necessaria. Per l’impegno di risorse che c’era stato, era doveroso accelerare la disponibilità a tutti di questi brevetti, perché i Paesi più sviluppati hanno già ampliato la loro capacità produttiva, ma il resto del mondo è ancora del tutto scoperto davanti alla pandemia e deve essere aiutato”. Romano Prodi è convinto che la strada da intraprendere per mettere in sicurezza la salute globale non possa che essere una sospensione temporanea del copyright sui vaccini.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *