Von der Leyen si oppone all’apertura dei brevetti sul vaccino Covid: questo non risolve il problema

Spread the love


sopra Liberalizzazione dei brevetti dei vaccini anti-Covid Intervenuto oggi Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea. Ha detto: “Penso che dovremmo discutere la questione dell’abbandono dei diritti di proprietà intellettuale”. Ma quando lasciamo qui, dobbiamo avere una “prospettiva a 360 gradi” su questo argomento. “Abbiamo bisogno di vaccini adesso. Rinunciare ai diritti di proprietà intellettuale non risolverà il problema. Ciò di cui hai bisogno è un Condividi i vaccini, L’esportazione di dosaggio e investimenti aumenterà “la capacità di produzione, questa è l’opinione di von der Lein”. L’Unione europea è l’unica regione democratica al mondo con esportazioni su larga scala. Circa il 50% dei prodotti europei viene esportato in circa 90 paesi, Compreso Covax. Sono state esportate circa 200 milioni di dosi e circa 200 milioni di dosi sono state distribuite in Europa. Invitiamo tutti coloro che hanno partecipato all’abbandono temporaneo dei dibattiti sui brevetti a unirsi a noi e si impegnano ad esportare la maggior parte dei prodotti che producono “, ha detto in seguito il presidente della Commissione europea. Ripeto:” Quando parlo di investimenti nella capacità di produzione di vaccini, Non mi riferisco solo all’Europa, ma mi riferisco anche agli investimenti nella cooperazione con le aziende farmaceutiche, ad esempio, agli investimenti nella capacità produttiva dei paesi africani. “

La fonte della Commissione Europea ha aggiunto Per quanto riguarda i brevetti sui vaccini, il passo successivo sono gli Stati Uniti, “Per rendere il contenuto sostanziale, finora è solo una dichiarazione di principio, perché non c’è negoziazione sulla dichiarazione di tre righe. Dobbiamo conoscere i dettagli”. La fonte ha continuato: “I paesi che hanno le materie prime e gli ingredienti per la produzione di vaccini dovrebbero abbandonare le restrizioni all’esportazione”. Ha anche ricordato l’importanza di “fornire risultati di ricerca e spingere le aziende farmaceutiche a firmare volontariamente accordi di trasferimento tecnologico, proprio come tra Sanofi e Europa Pfizer e tra AstraZeneca e Serum Institute in India.

window._fpcmp.push(function(gdpr)
{
!function(f,b,e,v,n,t,s) {if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod?
n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};
if(!f._fbq)f._fbq=n;n.push=n;n.loaded=!0;n.version=’2.0′;
n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0;
t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];
s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,’script’,
‘https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js’);
fbq(‘init’, ‘2062554930705272’);
fbq(‘track’, ‘PageView’);
//fbq(‘track’, ‘ViewContent’);
//send custom checkpoints event
(function () {
var checkPoints = [10, 20, 40, 60, 90, 120, 180, 240, 300].sort(function(a, b) {
return a – b;
}); //seconds
var checkPointIndex = 0;
var f = function(){
var data = {
instant: checkPoints[checkPointIndex]
};
console.log(“[FB PIXEL] send custom event ViewContentCheckPoint “, data, ” on account ” ,”2062554930705272″ , ” currentTime in seconds “,
new Date().getTime() / 1000);
fbq(‘trackCustom’, ‘ViewContentCheckPoint’, data);
checkPointIndex++;
if(checkPointIndex < checkPoints.length) {
setTimeout(f, (checkPoints[checkPointIndex] – checkPoints[checkPointIndex-1]) * 1000)
}
};
if(checkPoints.length){
setTimeout(f, checkPoints[checkPointIndex] * 1000)
}

})();
});



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *