Le scollature di Joanna e Muséed’Orsay sono troppo ampie.Foto e video

Spread the love


La giovane donna ha lanciato la pietra. L’accusa le ha impedito di entrare in una delle guardie del tempio della libertà sessista. Ma alcune persone sospettano che ci sia qualcosa che non va …

“O si è nascosta o non è entrata”. Una controversia popolare in Francia è che i turisti sono chiaramente divisi all’ingresso del Museo d’Orsay. La giovane Jeanne è stata chiamata Tô ‘sui social e ha condannato tutto sui social: “Non sono solo il mio seno, non sono solo il mio corpo”. Anche se qualcuno sospetta che le ragazze stiano solo cercando una semplice pubblicità … foto | video

Scopri chi è Jeanne Tô, rifiutata dal museo per il suo décolleté caldo- Archiviazione di foto

Astuccio- I visitatori stessi hanno raccontato la storia di quanto accaduto e sono stati costretti a nascondersi all’ingresso del famoso museo, che contiene nudi famosi come “L’origine del mondo” di Courbet o “La colazione sull’erba”. Jenny ha scritto su Twitter: “È martedì 8 settembre. Il caldo nel pomeriggio è aumentato e non sono state trovate armi. Ho voglia di andare al Muséed’Orsay molto, e non dubito che il mio d ‘Colleté sarà oggetto di disputa. Quando sono arrivato all’ingresso, non ho avuto il tempo di mostrare la vista del mio seno al biglietto per disturbare il funzionario incaricato del controllo della prenotazione. Quest’ultimo ha iniziato a cantilenare: “Ah, no, impossibile, non puoi lasciare che questo accada, le cose accadono. Le cose sono passate “, e la collega ha cercato di lasciarla andare. Ho chiesto cosa fosse successo e nessuno mi ha risposto, ma loro mi fissavano il seno. Mi sentivo a disagio e l’amica che mi accompagnava era molto turbata. Questa volta, un’altra sicura L’agente – il forziere, quest’arma di distruzione di massa – si avvicinò a me e disse ad alta voce: “Signora, le chiedo di calmarsi. “Sono sereno, voglio solo capire perché non posso entrare nel museo.” Le regole sono le regole “. Arrivò un altro manager, nessuno osava dire che il problema fosse con il décolleté, ma tutti fissarono apertamente il mio seni, e infine Marco con “questo”.

Giulia Latorre, figlia di marò Massimiliano, è una bagnina molto educata: “Ma sono delusa, io amo le donne” –Guarda

Regole- Le regole sono chiare: “Gli utenti devono mantenere un sigillo dignitoso e rispettare l’ordine pubblico, e devono rispettare la tranquillità degli altri utenti”. Quindi Jenny indossava una giacca. Ma quando è tornata a casa, ha pubblicato una foto di se stessa che indossava e ha pubblicato una lettera aperta. Il post è stato ampiamente diffuso, e una ragazza ha risposto di essere stata respinta per ragioni simili perché aveva trovato le braccia e l’ombelico, ma “per febbre, non per esibizionismo”.

Rapunzel esiste, vive in Ucraina ed è una star dei social media- Guarda

Non il mio seno Jenny è diventata forte: “Non sono solo il mio seno, non sono solo il mio corpo. Voglio sapere se gli agenti che vogliono bandirmi sanno fino a che punto hanno obbedito al sessismo. Cosa è decente e cosa non lo è. un giudizio dignitoso che non può decidere se entrare nella cultura “. Il museo, infatti, si è scusato per l ‘” entusiasmo eccessivo “dei funzionari:” Siamo profondamente dispiaciuti per questo incidente e ci scusiamo con tutto il personale interessato “.

Sanna Marin, il primo ministro (finlandese) più giovane del mondo, ovviamente non si nasconderà sui social media …- Guarda

EM

Oggi © conserva una copia



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *