Migranti, a Lampedusa in seicento sul molo. L’allarme dei volontari: “Situazione drammatica”

Spread the love

LAMPEDUSA – Il piccolo Ismail non riesce a camminare sul molo, che è diventato una distesa di donne e uomini aggrappati a una coperta. Sono le quattro di notte, fa freddo. «Io ho bisogno di andare in bagno», sussurra il bambino algerino, ha sette anni. Il papà lo prende in braccio e insieme a una volontaria prova a farsi spazio verso l’unico bagno chimico rimasto per 732 persone, tante ce ne sono sul molo Favaloro dopo gli sbarchi delle ultime ore.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *