Dolori al basso ventre dopo 2 mesi dal parto: da cosa dipende?

dolori-al basso-ventre

I dolori e i disturbi dati dalla gravidanza. sono conosciuti e risolvibili con l’ assunzione di farmaci compatibili o con l’uso rimedi naturali. Si parla meno, invece, del periodo post parto, che oltre la gioia della nascita, porta con se diversi dolori e disturbi. Molte donne lamentano dolori al basso ventre dopo 2 mesi dal parto, vediamo da cosa dipendono.

Dolori al basso ventre dopo 2 mesi dal parto naturale

Di solito non si tratta di disturbi gravi, spesso stanno a ricordarci che il nostro corpo è cambiato, dopo la gravidanza, il travaglio e il parto. Me è di fondamentale importanza conoscere questi disturbi in modo da sapere quando chiamare il medico e quando invece possiamo stare tranquille.

A seconda del tipo di parto cambia la tipologia e la localizzazione dei dolori. Con un parto naturale i dolori si avvertono, nel basso ventre, dall’ombelico in giù, e nel perineo, a prescindere che sia stata effettuata o no l’episiotomia.

Dolori al basso ventre dopo 2 mesi dal cesareo

Con il parto cesareo, dato che il bambino non è passato dalla vaginale ci saranno meno dolori a livello perineale ma più dolori a livello addominale, dalla zona dello stomaco al basso ventre.

Dolori post parto: quanto durano?

La durata dei dolori post parto è individuale, proprio per questo si possono protrarre fino a 2 mesi dopo il parto. Non esiste una durata uguale per tutte le donne. Per questo motivo è impossibile dire con precisione quanto durano, possono durare da un minimo di quaranta giorni dopo il parto, fino a diversi mesi, l’importante è che vi teniate in contatto con il medico e che non aumentino d’intensità ma piuttosto diminuiscano fino a sparire.

Dolori addominali post parto

I dolori localizzati dall’ombelico in giù sono possono essere morsi uterini, cio’è delle contrazioni fisiologiche che riportano lentamente l’utero alla sua grandezza naturale e si accentuano durante le l’ allattamento al seno. Possono presentarsi sia in caso di parto naturale che se si ha avuto un parto cesareo. Questi dolori non devono destare alcuna preoccupazione perchè sono normali e ci saranno fino a quando la situazione non sarà tornata alla normalità.

Se invece il doloro dipende dalla ferita del il parto cesareo e il dolore, che si presenta gonfia e arrossata contattate il vostro ginecologo in modo da controllarvi.

Anche in caso di parto naturale se il dolore non diminuisce potrebbe essere dovuto alla presenza di piccoli pezzettini di placenta o infezioni interne.

Dolori al basso ventre dopo 2 mesi dal parto: rimedi

Per alleviare in modo naturale al basso ventre post parto potete:

  • Riposarvi fino a che il dolore non si calma
  • Fare un bagno caldo per distendere i muscoli dell’ addome
  • Massaggiare delicatamente la pancia con un olio o una crema, la sera prima di andare al letto

Immergersi in una vasca da bagno con acqua calda è la soluzione ideale perchè il calore rilassa i muscoli dell’ addome e della zona pelvica, aumentando il flusso del sangue all’utero.