Come funziona il contapassi?

contapassi

Negli smartphone ormai il contapassi è gradito e sempre presente. Da widget curioso e da opzione aggiuntiva è diventato una funzione principale. Per noi è la bussola quotidiana che regola il nostro dinamismo, le nostre passeggiate, le nostre corse o “biciclettate”.

Oltre alla semplice applicazione che vedremo più avanti, il pedometro può essere integrato da bracciali o cavigliere o altri device per smartphone che consentono un monitoraggio completo della frequenza cardiaca, del consumo calorico, della distanza percorsa e del peso. Possono anche impostare obiettivi e controllarli con registrazione puntuale. Richiedono sempre o quasi l’attivazione del bluetooth e del GPS.

Come funziona il contapassi sul cellulare?

Ma rispetto ai primi telefonini Android o iPhone non c’è bisogno per forza di avere un braccialetto fitness per attivare il calcolatore dei passi. Infatti grazie ai sensori di movimento a bassa potenza e un’app presente in background possiamo ottenere lo stesso risultato.

In particolare ad attivarlo è un pendolo in metallo che rileva ogni passo e lo trasmette a un contatore interno.

Come attivare il contapassi su smartphone e Huawei

 Alcuni telefonini hanno il contapassi già preimpostato. Lo potete trovare switchando da sinistra a destra del vostro display fra i widget già disponibili.

Se per caso avete fatto qualche modifica e non sapete più dove rintracciarlo oppure se per caso il vostro telefono ve l’ha tolto dalla home, potete tranquillamente recuperarlo tramite pochi semplici passaggi.

Vediamolo applicato al Huawei, ma vale per Xiaomi, Samsung e tanti altri.

I passaggi sono:

  • Impostazioni
  • cercate l’app Health (contraddistinta da un cuore)
  • fate tap su Avanti e su Accetta
  • Impostate l’obiettivo dei passi
  • Termina

Qui potete vedere i parametri collegati alla vostra salute. Questi si attivano, se indossiamo il bracciale apposito, ma il contapassi lo avrete ben visibile e funzionante immediatamente.

Quest’ultimo funziona anche senza l’app aperta. Il risultato della vostra attività fisica potete vederlo o riaprendola o impostandola come widget sulla home. L’importante è che il cellulare sia sempre con voi in tasca o in qualche borsello o marsupio.

App contapassi gratis

L’app del pedometro è una di quelle che gratuitamente offre quasi tutte le opzioni necessarie. Molte di queste app sono preinstallate già sui telefonini. Naturalmente, se volete poi sbizzarrirvi con parametri o altre opzioni particolari, potete farlo dallo store del vostro cellulare.

Tanto il principio base non cambia.

Fra le più scaricate abbiamo:

  • Google Fit – supporta smartwatch Wear Os e smartband/ si può usare da sola o con altre app integrabili
  • Step Counter – richiede il GPS attivo, usa meno batteria e con le notifiche di allert vi sprona a fare attività
  • Activity Tracker – ha grafici molto dettagliati, può integrarsi con l’app di base e non richiede GPS
  • Zombies, Run – vi fa contare i passi come un game dove gli zombie vi rincorrono
  • Adidas Runtastic – è un pedometro e in più fornisce info su calorie, media bruciata, tempi e altri dati

Contapassi non funziona

Può capitare che il contapassi si blocchi. Nessun problema di solito la soluzione è semplice.

Controllate che l’app non sia in crash o che non l’abbiate cancellata per errore.

Se l’app è presente, vi conviene spegnere e riaccendere il telefono per fare un reboot dei dati.

Poi andate in Impostazioni/Autorizzazioni/Attività fisica e verificate di aver dato tutti i permessi necessari all’applicazione e di aver consentito a Google Fit o all’app in background di avere l’accesso ai dati.

Per le applicazioni che lo richiedono, ricordatevi di attivare i dati bluetooth e il GPS.

Infine controllate se per caso avete spostato o cancellato il widget dell’applicazione. A volte può capitare.