Insolazione (colpo di sole): cos’è, sintomi, quanto dura

insolazione

L’insolazione o colpo si calore è una situazione causata da un’ eccessiva esposizione al sole, in particolare sulla testa e sul collo. Vediamo in modo più approfondito cos’è l’insolazione, quali sono i sintomi e quanto dura.

Colpo di sole, che cos’è

In caso di colpo di calore, che colpisce particolarmente bambini e anziani, la temperatura corporea sale oltre i 40°C. Questo è chiamato ipertermia. Il corpo non è più in grado di regolare adeguatamente la sua temperatura interna e di mantenerla a 37°C come fa normalmente.

Possono comparire crampi, rossore al viso o un forte bisogno di bere. Il corpo non suda più, compaiono mal di testa, la pelle diventa calda e secca. La persona colpita può quindi soffrire di nausea, vomito, dolore muscolare, vertigini o addirittura svenimento. Oltre i 40,5° il rischio è fatale.

Il colpo di calore può verificarsi in un luogo surriscaldato, come in un’auto lasciata alla luce diretta del sole, sotto il tetto in piena estate o durante un’intensa attività fisica.

Il colpo di calore non dovrebbe essere preso alla leggera in quanto può essere serio. Non trattata, può causare disturbi neurologici, danni ai reni o al cuore, coma e persino la morte.

Tutto deve essere fatto per abbassare la temperatura corporea il più rapidamente possibile. La persona che soffre di colpi di sole deve essere immediatamente messa all’ombra, rinfrescata e reidratata.

Il colpo di calore dovrebbe essere considerato un’emergenza. Nei neonati, ad esempio, in caso di pianto o secchezza della lingua e della pelle, è indispensabile portarli al pronto soccorso il prima possibile.

Insolazione sintomi

I sintomi più comuni dell’insolazione sono:

  • Agitazione e pianto inconsolabile nei neonati
  • Debolezza e sensazione di malessere generale
  • Pelle calda al tatto
  • Forte mal di testa spesso localizzato alla fronte
  • Sudorazione
  • Senso di Vertigini.

Nei casi più gravi possono comparire:

  • Eritema, con formazione di bolle e bruciore sulla pelle
  • Occhi rossi e fastidio alla luce
  • Nausea e vomito
  • Convulsioni
  • Febbre
  • Svenimento nei casi in cui si verifica un abbassamento della pressione arteriosa.

Colpo di sole, quanto dura e come alleviarlo

La durata dell’insolazione dipende dalla gravità, questo è proporzionale al tempo d’esposizione al sole o alla fonte di calore. Se è un leggero fastidio sparirà nel giro di poche ore, se invece i sintomi sono più seri e il tempo di esposizione al sole è stato maggiore ci vorrà più tempo per andare via.

Quando si avvertono i primi sintomi la prima cosa da fare è mettersi all’ombra per ripararsi dal sole. Una volta all’ombra bisogna idratarsi con acqua fresca e la cosa migliore sarebbe togliere i vestiti in modo da permettere alla pelle di traspirare .Per combattere la disidratazione, sono ideali degli impacchi di ghiaccio nei punti strategici cioè sulle tempie, sulla fronte e all’inguine . Per quanto riguarda i farmaci, se si ha la febbre si può usare la tachipirina per abbassarla . Se si preferisce usare rimedi naturali si può bere una bevanda fresca come un thè o acqua e limone con zucchero o miele in modo da reintegrare le vitamine e i sali minerali. Per dare sollievo alla pelle usate una crema alla calendula o alla lavanda.